Navigazione

Impara da Atena!

lerne-von-athena_1.jpg

Come Atena con il suo scudo: la pelle sensibile può essere protetta esternamente e internamente. Ad es. con l’olio di canapa od olio di chia (come quello di Alnatura). Sempre nell’immagine: dischetti detergenti di ovatta non sbiancata per bebè Milette, set da tavola «With Love» il cui acquisto consente di sostenere la scuola Migros KIDS nell’India del Sud.

La pelle delicata va protetta, in particolare quando, dopo l’inverno, viene esposta ai caldi raggi del sole primaverile. In questa stagione occorre una buona strategia di sopravvivenza.

La dea della mitologia greca Pallade Atena non è solo un simbolo di saggezza, ma anche un'esperta lottatrice. La leggenda narra che Atena venne al mondo con indosso la famosa armatura.

Essendo una persona con la pelle molto delicata, ogni tanto penso che vorrei anch’io una corazza protettiva (simbolica) come la sua. Tuttavia sono profondamente convinta che la vita senza «armatura» possa essere assai più arricchente. In fatto di pelle, però, vale la pena prendere esempio da Atena.

 

«Costruirsi» una protezione

Atena è maestra in fatto di strategia (di guerra). È sempre bene proteggere i propri punti deboli, come ad esempio la pelle sensibile, elaborando un «piano di sopravvivenza».

Ora che siamo usciti dall’inverno e la pelle è sollecitata dai raggi del sole già molto forti, è importante garantire all’organo più esteso del nostro corpo ogni sostegno possibile. La cosa migliore è farlo con un certo anticipo.

lerne-von-athena_2.jpg

Sensibile come la pelle dei neonati: chi ha la pelle particolarmente delicata dovrebbe detergerla molto dolcemente e provare a utilizzare i prodotti trattanti bio per bebè. Latte detergente Sensitive Care I am Natural Cosmetics, Baby Cream Milette Naturals. Set da tavola «With Love», il cui acquisto consente di sostenere la scuola Migros KIDS nell’India del Sud. (generation-m)

 

a mia strategia primaverile per curare la pelle del viso

  • Detergere la pelle sempre e solo dolcemente (senza saponi e con abbondante acqua) utilizzando un latte, un balsamo o un olio. Successivamente rimuovere il detergente con un panno umido e caldo.
  • Al momento non faccio nessun peeling.
  • Continuo ad applicare una cold cream oppure una crema ricca da giorno per nutrire e proteggere la cute durante il cambio di stagione (vento freddo, locali secchi). Chi la ha la pelle particolarmente sensibile può provare a utilizzare i prodotti trattanti bio per bebè.
  • Al mattino applico sempre anche un filtro solare, possibilmente con un IP 30. Quando il sole è molto forte, indosso un cappellino da baseball (lo porto sempre con me nella borsetta).
  • Personalmente utilizzo sempre e solo prodotti cosmetici certificati bio privi di componenti aggressive e con il minimo contenuto possibile di sostanze chimiche.
  • Cerco inoltre di bere molto (acqua non gassata, tisane alle erbe e tisane basiche, acqua di cocco, ecc.).

 

Scatena la sapiente combattente che c’è in te!

La pelle delicata con tendenza alle irritazioni e agli arrossamenti possiede in genere una barriera protettiva indebolita. Questa può essere rafforzata sia dal punto di vista fisico che spirituale. Ne sono convinta e parlo per esperienza. Se la pelle è delicata e secca, possono venire in aiuto i pregiati oli vegetali come l’olio di canapa o di chia ingeriti. Quest’ultimo è considerato uno dei più salutari al mondo ed è consigliato in caso di problemi cutanei. L’olio di chia è favoloso anche per i piatti freddi come le insalate (da uno a due cucchiai al giorno).

Nella maggior parte dei casi, però, la pelle delicata diventa ancora più sensibile e facilmente irritabile in presenza di malesseri o stress. Nei periodi molto difficili può fare miracoli uscire per lunghe passeggiate, dedicarsi alla meditazione, fare massaggi e/o tenere un diario. Perché non iscriversi allora a un corso introduttivo di kung fu? Forse è giunto il momento di sfoderare la forza che c’è in te. Chi ha imparato a porsi dei limiti forse riesce a rendersi conto che anche la pelle può essere un po’ meno resistente...


Kristina del Migros Beauty Team, pubblicato il 15.05.2017