Navigazione

Spediamo in letargo i calli!

schick-die-hornhaut-in-den-winterschlaf_1.jpg

Non è mai troppo presto per cominciare a preparare i piedi all'imminente stagione estiva. Dei piedi curati sono infatti il biglietto da visita per il resto dello stile e rappresentano per antonomasia la cura della persona.

Per me è sempre un enigma l'incuranza con cui alcune persone presentano i loro piedi al mondo. Meglio non addentrarsi nei dettagli in questa sede e concentrarsi piuttosto sulla bellezza. Ovvero su come ottenere piedi morbidi e lisci.  Non tutti i metodi di cura e rimozione delle callosità sono adatti a tutti i tipi di piedi. Di seguito ti forniamo le informazioni essenziali.


Un pediluvio tanto per cominciare

I piedi sono la parte del corpo maggiormente sollecitata e un bel pediluvio se lo meritano. Per tutto l'inverno sono stati costretti in soffocanti stivaletti, calzini di lana ruvidi o stretti scarponi da sci. La prima cura da dedicare ai piedi è un benefico pediluvio con successivo massaggio all'olio d'oliva. Bastano 15 minuti. Se si vuole, si possono aggiungere all'acqua tre bustine di tè alla camomilla. Gli estratti alla camomilla, così assicurano le nostre nonne, sono molto efficaci contro le callosità. Segue quindi un peeling delicato con un paio di cucchiai d'olio d'oliva e un po' di sale. Concludere sciacquando i piedi con acqua calda.

schick-die-hornhaut-in-den-winterschlaf_2.jpg

Le creme aiutano

Io sono piuttosto pragmatica e non amo particolarmente spalmarmi di crema. A questo si aggiunge il mio scetticismo latente nei confronti delle promesse sulle confezioni dei prodotti. Ma questa crema si è rivelata un buon investimento: nelle ultime settimane ho applicato regolarmente la cura intensiva Pedic Care, con il 10% di principi attivi di urea, e i miei piedi mi ringraziano. Anche le creme anticallosità, per esempio quella del Dr. Scholl, aiutano a rendere più morbida la pelle.

schick-die-hornhaut-in-den-winterschlaf_3.jpg

Trattare con cautela le callosità più resistenti

Per rimuovere le callosità che si formano prevalentemente sui cuscinetti plantari e sui talloni ci sono tre varianti: ora te le indico e ti consiglio tre canzoni pop d'accompagnamento che mettono il buon umore. 

 

  1. Attento lavoro manuale con pietra pomice, spugna, lima o raspa

    La colonna sonora: «Shape of You» di Ed Sheeran
    (ascolta anche la versione nella jam session con Jimmy Fallon e Ed Sheeran che suonano strumenti giocattolo, è fantastica!)

    Dalla pietra pomice che trovi in farmacia alla lima per duroni colorata e leopardata, esistono ormai numerosi gadget belli e maneggevoli per trattare manualmente i punti più ruvidi. Non costano molto e funzionano bene. Almeno per chi non ha troppi duroni e cura regolarmente i propri piedi.

     
  2. Infilare le batterie e accendere l'apparecchio elettrico per la rimozione dei duroni

    La colonna sonora: «Gimme Gimme» di Inna

    Più rock di così non si può! E già con il pedicure fai da te ti viene voglia di danzare a piedi nudi verso la primavera. Con un apparecchio elettrico per la rimozione dei duroni diventa ancora più facile. Certo bisogna abituarsi al volume della testina rotante, ma basta alzare il volume della canzone per lasciarsi trascinare dal ritmo.

     
  3. Per gli esperti: lama per duroni, tagliente come un coltello per il sashimi

    La colonna sonora: «Take your Time» di Sam Hunt

    Evitare lo stress! La lama antiduroni è supertagliente e si raccomanda di maneggiarla solo se la si sa usare con perizia. Eventualmente è preferibile lasciar fare a dei professionisti. Però è molto efficace per rimuovere e soprattutto eliminare lentamente piccoli strati di callosità non troppo profondi. Al termine dell'uso, pulire bene l'apparecchio e riporlo nello scaffale più alto del bagno, fuori dalla portata dei bambini.


Martina del Migros Beauty Team, pubblicato il 07.03.2017